Notizie

Diabete Mellito

DIABETE MELLITO: NON E’ SOLO COLPA DEI NOSTRI GENI.

Dott.ssa Milena Colzani.

Sappiamo che, pur seguendo la stessa dieta, alcune persone presentano eccesso ponderale, alcune sviluppano malattie cardiache, altre ancora non subiscono alcun effetto. Perché gli effetti dannosi di un’alimentazione squilibrata si manifestano in maniera diversa? Perchè alcuni membri di una famiglia sono diabetici e altri no? Solitamente si considera il DNA l’unica determinante per la nostra salute fisica e psichica. Tuttavia una nuova scienza, l’Epigenetica, studia in che modo fattori extra-genetici quali l’ambiente in cui viviamo, l’alimentazione, lo stress, le emozioni, riescano ad agire sul DNA, pur senza modificarne la struttura. Infatti un segnale epigenetico è un cambiamento ereditabile che non altera la sequenza nucleotidica di un gene,ma la sua attività ovvero il fenotipo. Diabete, Cancro, Alzheimer, Schizofrenia e Autismo, patologie in rapida diffusione nei Paesi industrializzati maggiormente esposti ad inquinamento, sedentarietà, fumo, eccesso di zuccheri raffinati e di grassi saturi, sembrano essere strettamente correlati alle condizioni ambientali a cui sono esposti feto e bambino nei primi due anni di vita. L’epgenetica nutrizionale studia come l’alimentazione o un particolare alimento influisce sulla regolazione dell’espressione genica. L’eccesso o la carenza di alcuni macronutrienti come grassi e carboidrati e di micronutrienti come la vitamina B12, B6, la metionina, i folati (acido folico o vitamina B9), le vitamina A e E influenzano l’attività di alcuni fattori di trascrizione che a loro volta attivano o inibiscono l’espressione genica; anche l’ alterato intake di proteine e/o metodi di cottura che possono produrre sostanze nocive(carni grigliate) aumentano il rischio di carcinogenesi in soggetti con deficit genetici degli enzimi di acetilazione. La dieta Mediterranea, ricca in fitochimici come il Resveratrolo e la Quercetina, con abbondanza di frutta, vegetali e olio d’oliva, induce effetti benefici sulle vie metaboliche che controllano lo stress ossidativo e l’infiammazione prevenendo le malattie cardiovascolari. L’alterazione di ritmi circadiani indotta dal lavoro notturno o la dieta ricca di alimenti ad alto indice glicemico correlano con genesi di diabete, predisposizione ai tumori, disregolazione del sistema immunitario e obesità. La dieta basata sul proprio fenotipo sarà l’arma vincente per prevenire le malattie croniche, senza dimenticare l’importanza dell’attività fisica e dello sport.

Emilio Augusto BeniniDiabete Mellito

Related Posts

L’antimicrobicoresistenza : XXXIX Assemblea Nazionale FAND

Nella XXXIX Assemblea Nazionale della FAND-AID , svolta a Rimini l’1-2-3 ottobre, tra le numerose comunicazioni scientifiche tenute in presenza e online è stato trattato un argomento d’estrema attualità per l’emergenza COVID-19 che da quasi 2 anni tormenta tutto il mondo: l’antimicrobicoresistenza e i vaccini. Sempre più è evidente che l’uso improprio degli antibiotici, grande