Notizie

100 anni d’insulina : un salvavita

Il 2021 segna il centenario della scoperta dell’insulina , un traguardo che si colloca tra le più grandi scoperte nella storia della medicina. Milioni di persone sono sopravvissute e prosperate grazie alla ricerca condotta a Toronto nel 1921 e alle successive innovazioni nella cura del diabete che hanno aiutato le persone affette da questa condizione a vivere una vita piena e sana.

 

La storia della scoperta dell’insulina è molto interessante. Nell’autunno del 1920, Frederick Banting , un giovane chirurgo di London, Ontario (Canada), ebbe l’idea di una procedura sperimentale per legare i dotti pancreatici e isolare le secrezioni interne. Ha portato questa idea al Prof. JRR Macleod dell’Università di Toronto. MacLeod era scettico, ma diede a Banting l’opportunità di lavorare nel suo laboratorio durante l’estate del 1921 e assegnò anche a un giovane studente di medicina, Charles Best, per assisterlo. Durante l’estate, Banting e Best hanno affrontato una serie di sfide cercando di legare i dotti ed estrarre la secrezione che stavano cercando. Alla fine hanno avuto successo e sono riusciti a mantenere in vita diversi cani con diabete con iniezioni della secrezione interna.

Hanno comunicato la loro eccitazione e i risultati a Macleod, che è rimasto impressionato e ha assegnato al team il biochimico JB Collip , al fine di sviluppare ulteriormente l’estratto. Nel gennaio 1922, Banting e Best erano convinti che l’estratto pancreatico che avevano scoperto – che chiamavano insulina – potesse potenzialmente trattare il diabete negli esseri umani. Il 23 gennaio, hanno somministrato con successo l’insulina a Leonard Thompson, un ragazzo di 13 anni con diabete di tipo 1, che ha continuato a vivere molti altri anni grazie alla sua terapia insulinica in corso.

Nel gennaio 1923, Banting, Best e Collip ottennero il brevetto americano per l’insulina, che vendettero all’Università di Toronto al prezzo di un solo dollaro. Alla domanda sul motivo per cui il team di Toronto non ha cercato un maggiore guadagno finanziario dalla loro importante scoperta, Banting avrebbe detto: “L’insulina appartiene al mondo non a me”.

Entro la fine del 1923, l’insulina era diventata più ampiamente disponibile grazie all’aumento della produzione a Toronto e all’inizio della produzione da parte di aziende come Eli Lilly e Hoechst.

 

 

Emilio Augusto Benini100 anni d’insulina : un salvavita

Related Posts

Retinopatia diabetica e demenza: quale correlazione? L’IRCCS MultiMedica recluta candidati per lo studio Recognised

Un progetto di ricerca a cui partecipano i Centri Europei d’eccellenza – tra cui il Servizio di Retina Medica del Gruppo MultiMedica – per un obiettivo comune: utilizzare l’occhio come una finestra sul cervello, per poter diagnosticare precocemente un eventuale deficit cognitivo nei pazienti diabetici. Lo studio potrebbe aprire la strada a nuove terapie di prevenzione della demenza e individuare biomarcatori per la valutazione precoce e non invasiva della malattia.