Attività Regione Basilicata

Nota Stampa

No comments

CE.P.RI.VI.L. ALAD-ACIIL APS ETS 
Centro Prevenzione Riabilitazione Visiva Lucana  - Largo Don Uva, 4 85100 Potenza

Cell 3288881212

C.F. 96092690765

ceprivil@gmail.com

Le Associazioni di Volontariato ALAD FAND (Associazione Lucana
Assistenza Diabetici) e ACIIL (Associazione Ciechi e Ipovedenti e Invalidi
Lucani, dando seguito al Protocollo di Intesa sottoscritto nei mesi scorsi e che
ha portato quale primo e concreto risultato alla effettuazione, da parte degli
Organismi deputati all'effettuazione dello screening sulla Retinopatia
Diabetica, tuttora in svolgimento nei diversi Comuni della Regione, hanno
promosso un Organismo Paritetico fra le due Associazioni denominato
“CEPRIVIL ALAD – ACIIL APS ETS”.
Scopi prioritari del nuovo Organismo sono principalmente rivolti alla
implementazione degli assunti riferiti al Protocollo e finalizzati alla
sensibilizzazione e al coinvolgimento dell'opinione pubblica e di tutti gli
organismi pubblici e privati costituendi la cosiddetta società intermedia a dare
ogni possibile supporto alla ricerca, allo studio ed alle necessarie attività utili
al perseguimento dei fini socioassistenziali delle Persone affette da diabete o
da cecità.
Il nuovo Organismo ovviamente non ha scopo di lucro ed è impegnato a
perseguire finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, incluse quelle di
tipo culturale, ludico e di salvaguardia del bene salute, con il preciso scopo di
inculcare la pratica del volontariato sano e solidale.
La sede è ubicata in Potenza al Largo don Uva n.4 e quali Responsabili pro
tempore sono stati nominati Antonio Papaleo Presidente e Rocco Galante
Vice Presidente, rispettivamente in rappresentanza dell'Alad e dell'Aciil.
Il presidente
Antonio Papaleo

wp_8339982Nota Stampa
Leggi tutto

10 Anni del Manifesto dei Diritti e dei Doveri della Persona con Diabete

No comments

A 10 Anni dal “ Manifesto dei Diritti e dei Doveri della Persona con Diabete “, l'ALAD-FAND di Basilicata, di concerto con AGGD Basilicata, ha inteso promuovere pun apposito incontro, con il patrocinio gratuito della Regione Basilicata e con il contributo incondizionato della NOVO NORDISK.

L'incontro si è tenuto il 24 febbraio u.s. presso la Sala A del Consiglio Regionale, magistralmente coordinato dal Prof. Giustino Setteducati – Capo Redattore per la Basilicata del periodico mensile di società e cultura “ L'Attualità “, che ha esordito commentando l'Art.32 della Costituzione Italiana che testualmente recita “ La Repubblica tutela la Salute come fondamentale Diritto dell'individuo e interesse della Collettività “; un assunto sul quale si fonda e si ispira lo stesso “ Manifesto “.

L'introduzione ai lavori è strata fatta rispettivamente dal Presidente ALAD FAND Basilicata Antonio Papaleo e dalla Presidente AGGD Basilicata Angela Possidente , in qualità di Rappresentanti delle Persone di ogni età , affette da Diabete sia di  Tipo2 che di  Tipo 1 , che hanno evidenziato l'importanza che riveste il Manifesto, quale Magna Charta, stante i suoi 13 punti di impegno, vuoi per le Istituzioni preposte chiamate a corrispondervi di più e meglio , ma anche per le stesse Persone affette dalla patologia, chiamate a non sottovalutare una malattia asintomatica di elevata problematicità e spesso causa di complicanze invalidanti, con gravi ripercussioni sulla qualità di vita, sulla esosità della spesa sanitaria , oltre che sulla spesa sociale che possono indurre.

La relazione base è stata tenuta dal Dr. Federico Serra – Direttore Governement  Affairs & Extern Relation Novo Nordisk che ha esplicitato i diversi punti richiamati nel Manifesto, nato nel lontano 2009, voluto e sottoscritto da tutti gli Stackolder, attraverso il quale si  sancisce in modo chiaro ed inequivocabile il diritto delle Persone con diabete a vivere una vita sociale , educativa e lavorativa al pari delle Persone senza diabete e che oggi, a distanza di dieci anni dal suo esordio e dal suo recepimento da parte di tante Istituzioni, prima fra tutte la Basilicata, continua a rappresentare un valido strumento di Advocacy per tutte le Associazioni di Volontariato che operano nel mondo del diabete.

La Sen.ce Emanuela Baio – Presidente Comitato dei Diritti della Persona con Diabete, partendo dalla sua condizione di Persona con diabete, già da tenerissima età, ha inteso richiamare  le carenze tuttora presenti in termini di assistenza e cura del diabete, specie a causa delle diversità esistenti fra le varie regioni e , proprio per questo, il Manifesto può rappresentare  un valido strumento di costante riferimento per le Associazioni dei Pazienti operanti ed impegnate sul territorio. Ha ricordato , a tal proposito, l'attualità della Legge 115/87, che andrebbe riconsiderata e fondamentalmente applicata , specie con riferimento all'importanza per le Persone con diabete di poter fruire  della cosiddetta “Educazione Terapeutica “. Legge 115/87 che l'ha impegnata , congiuntamente a Tamara Grilli – Consigliera Naz.le FAND  nell'elaborazione di un interessante libro dal titolo ” Trent'anni di sfida al diabete “, ricco di storia non solo, ma che giustamente definisce la stessa Legge una sorta di trittico di Autore  in quanto frutto della sinergia di Associazioni, Diabetologi, Parlamentari e Uomini di Governo e che ha permesso all'Italia di essere il primo Paese Europeo ad avere una Legge dedicata alla migliore cura per i diabetici , il cui vero Padre è stato il Fondatore della FAND, il compianto Roberto Lombardi.

La D.ssa Maria Rosaria Puzo - Dipartimento Politiche della Persona Regione Basilicata  ha, quindi, trattato “ I numeri del Diabete in Basilicata “ evidenziando come nella nostra regione insistono indici fra i più elevati, come rileva lo studio Passi,  anche a  causa di una popolazione fra le più anziane di Italia, con prevalenza per il sesso maschile. Ovviamente, fermo restando che il fenomeno è attenzionato ,  tale patologia ò anche dovuta  alla presenza di popolazione interessata maggiormente dall'obesità e dal sovrappeso, a partire dall'età evolutiva. Ciò nondimeno, molto è stato fatto e continua a farsi per una sempre migliore assistenza  e cura, ma anche per prevenire tale patologia; infatti, grazie alla Legge 9/2010 fu allertata la Speciale Commissione Regionale Diabete che, sebbene recentemente ha subito un qualche rallentamento a causa delle mancate indicazioni dei diversi Commissari, ha potuto dare adeguate indicazioni al Governo Regionale per sempre meglio corrispondere alle diverse esigenze sia in termini di nuove tecnologie che di farmaci innovativi.

Si è proceduto ad insediare la Tavola Rotonda su “ Il ruolo del Diabetologo “ che ha visto confrontarsi i Medici Specialisti Diabetologi Dr. Pasquale Bellitti- dell'ASM Matera, Dr. Feliciano Lopomo- A.O.S.Carlo Potenza, Dr. Giuseppe Citro – ASP Potenza  e Dr. Antonello Maioli Catriota  Scanderbech- A.O.S.Carlo Potenza.

Dal confronto sono emerse una serie di indicazioni che, in estrema sintesi, possono esemplificarsi verso una maggiore attenzione in termini di Prevenzione della malattia, stante la crescita esponenziale che si sta determinando; un migliore rapporto Medico- Paziente e tra questi e le Istituzioni, specie per determinare una sburocratizzazione delle procedure ed un migliore accesso alle nuove tecnologie ed ai nuovi farmaci; così come si impone un diverso ruolo da definire per la Medicina di Iniziativa , semmai attraverso una maggiore integrazione fra Medico di Medicina Generale- Pediatra di Libera Scelta  e i Centri di Diabetologia, con quest'ultimi dotati di Team dedicati, anche per riuscire a dare al Paziente una adeguata “ Educazione Terapeutica”; così come occorrerà implementare  nel suo insieme la Legge Regionale 9/2010 attraverso cui riuscire a realizzare l'Assistenza in Rete Integrata Ospedale-Territorio della Patologia Diabetica e delle Patologie Endocrino Metaboliche ; una urgenza dettata oltremodo dalle crescenti preoccupazioni che insistono in alcune aree del territorio lucano, laddove si sta operando nell'estrazione della risorsa petrolifera.

Le conclusioni sono state affidate al Dr. Giovanni Canitano -. Dipartimento Politiche della Persona Regione Basilicata che, nello scusare l'assenza per motivi istituzionali del  Dr. Ernesto Esposito- Direttore Generale  Dipartimento Politiche della Persona Regione Basilicata , assicura di aver preso buona nota delle sollecitazioni e delle indicazioni emerse dall'incontro, impegnandosi a riportare fedelmente le conclusioni cui si è pervenuto, oltre a garantire una sollecita ripresa dei lavori della Speciale Commissione Diabete, proprio per rilanciare e dare concretezza agli assunti del Manifesto.

Infine, e prima di chiudere l'incontro Antonio Papaleo, nello giustificare l'assenza della D.ssa Paola Pisanti – Presidente della Commissione Nazionale Diabete per motivi familiari, legge una nota che la stessa gli ha fatto pervenire circa  “ Il Piano Nazionale Diabete”, anch'esso recepito dalla Regione Basilicata ( prima fra tutte le Regioni Italiane ), che essenzialmente, “.......... sappia muoversi in una logica intesa a fornire alle regioni le modalità non semplicemente nel dare risposte sul “ cosa fare “ ma soprattutto sul “ come fare“ circa la centralità della Persona, il ruolo spettante alle Società Scientifiche, alla Famiglia ed al Volontariato, costruendo una organizzazione che riscopra il territorio come luogo di analisi dei bisogni e di erogazione di correlate risposte “ ; Inoltre, il Piano assegna , con uno specifico punto, un ruolo decisivo all'Associazionismo Responsabile, quale Attore del processo decisionale locale.

 

Potenza 26 febbraio 2020                        Antonio Papaleo Pres. ALAD FAND Basilicat

 

wp_833998210 Anni del Manifesto dei Diritti e dei Doveri della Persona con Diabete
Leggi tutto

Diabete e Alimentazione Irsina (Matera)

No comments

Su esplicita e pressante sollecitazione dell'Ing. Antonio CAPEZZERA , responsabile della Sezione ALAD FAND di Irsina ( Matera ) , si è svolto venerdi 10 gennaio u.s., presso il locale Centro Sociale Anziani di Piazza XXV Luglio, un interessante e molto partecipato incontro, introdotto dal saluto del  Presidente del Centro Sig. Michele CALVELLO sul tema “ Diabete e Alimentazione “.

Un incontro che , come ha evidenziato il Presidente ALAD Fand Basilicata Antonio PAPALEO è caduto a proposito, a ridosso delle Festività Natalizie, quando si è soliti mangiare di più ed in modo più condito, senza tenere conto della pericolosità cui incappano le Persone, specie se affette da diabete e/o obese o in sovrappeso; da qui , la necessità di avere sempre molta attenzione ai corretti stili di vita e segnatamente alla buona alimentazione, semmai riscoprendo la “ Dieta Mediterranea”, non a caso elevata a Patrimonio immateriale dell'Unesco.

Un incontro che ha avuto i suoi capisaldi negli interventi della Dott.ssa Angela LAVALLE, Dietista U.O. Malattie Endocrine e del Metabolismo dell’A.O.R.San Carlo di Potenza del Dott. Pasquale BELLITTI Diabetologo dell’Ospedale S.Maria delle Grazie di Matera, che hanno trattato rispettivamente  dell’alimentazione, dell’uso corretto del cibo, dei suoi risvolti sulla salute dell’uomo, con particolare riguardo delle persone affette dalla patologia diabetica.

La Dietista , infatti, ha presentato, attraverso delle slide, come una corretta alimentazione o , meglio ancora, uno stile di vita “ mediterraneo “ , è un fattore di protezione contro le più diffuse malattie croniche, prima fra tutte il Diabete e, ovviamente, l'Obesità., che di fatto rappresenta l'altro proccupante problema che affligge il Sud in generale e la Basilicata in particolare e, specialmente, le nuove generazioni, in quanto si è riscontrato che un ragazzo su tre è obeso o in sovrappeso;  per questo , occorrerebbe essere attenti alla “ Dieta “ , quale logica di “Regola  alimentare”, vuoi nella qualità del cibo che nella quantità dello stesso, come a dire un “ regime alimentare equilibrato “.

 

Il Diabetologo con un intervento chiaro e particolarmente accessibile, stante la particolarità dell'uditorio, ha stigmatizzato la pericolosità sottesa al Diabete per quanti, non attenti a prevenirlo o a governarlo se affetti , possono incappare nelle terribili complicanze che non semplicemente abbattono drasticamente la qualità di vita, ma vanno ad incidere sui costi sanitari e sociali e, quindi, un invito a considerare non semplicemente i Diritti, che spesso si pretendono e giustamente dalle Istituzioni, ma anche a riflettere sui Doveri a cui ogni Persona dovrebbe attendere ; il tutto, peraltro, avendolo rappresentato anche con opportune e chiare metafore, tanto da stimolare un confrnto interattivo , ha appossionato e reso estremamente utile e proficuo il confronto..

Potenza 12 gennaio 2020     

                                                                                  Il Presidente ALAD FAND Basilicata

                                                                                           ( Antonio  Papaleo )

wp_8339982Diabete e Alimentazione Irsina (Matera)
Leggi tutto

Nota Stampa : LA SANITA’ DEL FUTURO. LEGISLAZIONE E INNOVAZIONE NELLA CURA E GESTIONE DEL DIABETE

No comments

 

NOTA STAMPA

Il giorno 12 Dicembre 2019 , nell'ambito delle iniziative intese a promuovere Matera Capitale Europea della Cultura 2019, l'ALAD ( Associazione Lucana Assistenza Diabetici ) aderente FAND ha tenuto a Matera, presso la Sala Cinema dell'ASM ( Azienda Sanitaria del Materano ), un Evento di spessore nazionale chiamando a confrontarsi i diversi “attori” impegnati sul versante di questa patologia che ha connotazioni epidemiche e che vede la Basilicata fra le Regioni con una percentuale di Persone affette fra le più elevate , con il suo circa 8 % di conclamati.

Il tema proposto al confronto è stato “ LA SANITA' DEL FUTURO. LEGISLAZIONE E INNOVAZIONE NELLA CURA E GESTIONE DEL DIABETE “ ; un confronto magistralmente condotto e coordinato dal prof. Giustino Setteducati Caporedattore Regione Basilicata del periodico mensile di società e cultura “L'Attualità”.

Il saluto introduttivo è stato espresso dal responsabile della struttura ospitante il dr. Joseph Polimeni Direttore Generale ASM Matera che ha sottolineato la complessità della patologia con il carico di problematiche correlate, tali da richiedere una particolare attenzione,  in una logica di assistenza e cura alle Persone diabetiche laddove risiedono  in una logica di territorialità.

Il prof. Setteducati ha inteso, quindi, porre all'attenzione dell'uditorio un erudito e puntuale escursus storico sulla malattia diabetica dalla scoperta ai giorni nostri, procedendo successivamente a dare la parola rispettivamente al Presidente dell'APD Matera Onlus ( Ass.ne Prov.le Diabetici ) sig. Domenico Troia ed al Presidente dell'ALAD FAND dr.Antonio Papaleo , che hanno congiuntamente evidenziato come le Istituzioni Regionali, pur avendo preso coscienza del triste primato in questo pericoloso contesto di salvaguardia del “ bene salute” , stante la buona legge regionale 9/2010, il recepimento di importanti strumenti quali il Piano Nazionale Diabete e il Manifesto dei Diritti e dei Doveri della Persona con Diabete, continuano a non procedere verso l'implementazione degli stessi, oltre ad aver bloccato fino dall'insediamento del nuovo Governo Regionale l'attività della Speciale Commissione Regionale Diabete; così come confidano sulle risultanze del presente convegno perchè possano venire utili indicazioni, specie per il superamento dei troppi discrimini tuttora presenti per le diverse sanità operanti sul territorio nazionale.

Le relazioni sono state tenute rispettivamente dal dr.Antonio Maioli Castriota Scanderbech Direttore UOD Diabetologia A.O.R.San Carlo Potenza che ha trattato “ Diabete Mellito una Malattia complessa “ evidenziando le tante criticità e l'esosità della spesa relativa alla gestione della malattia, specie se associata alle complicanze, a cui poco corrisponde l'impegno sia nella ricerca che per una effettiva integrazione fra Specialisti e Medici di Medicina Generale; dal dr. Pasquale Salvatore Bellitti U.O.S.Diabetologia Territoriale ASM Matera Tinchi che ha trattato “ Evidenze Scientifiche e Prevenzione Cardiovascolare nei Pazienti con Diabete “ soffermandosi sulle tante e pericolose complicanze cui va incontro il diabetico, tra le quali quello più a rischio è l'apparato cardiovascolare per cui è importante la prevenzione e una corretta gestione , ponendo attenzione a corretti stili di vita; dal dr. Giuseppe Citro U.O.S.D. Diabetologia ed Endocrinologia ASP Potenza che è intervenuto su “ Nuove Tecnologie per la Cura e la Gestione del Diabete insulino trattato “ illustrando l'importanza delle tecnologie di nuova generazione, attraverso le quali si rende al Paziente diabetico insulino dipendente una vita più degna di essere vissuta, in uno con il superamento dei condizionamenti anche di tipo psicologico.

Ha fatto seguito la Tavola Rotonda fra tutti i Medici Diabetologi presenti all'evento che hanno interloquito con la platea dei partecipanti, attraverso un confronto interattivo con risposte alle domande che venivano poste ; Tavola Rotonda sul tema “ Cura e Gestione del Diabete “ composta  oltre che dai Relatori anzidetti, dal  dr. Enzo Caruso U.O.S.D. Lauria che ha trattato “ Percorsi integrati: cura integrata, patologie endocrine e metaboliche “ e da dr.Antonia Elefante U.O.C. A.O.R.San Carlo Potenza sulle  “ Malattie Endocrine e del Metabolismo “ ; interventi che hanno coinvolto particolarmente i Responsabili Nazionali della FAND ( Fabiana Anastasio della Campania, Giuseppe Traversa della Puglia , Ezio Labaguer del Piemonte ed Emilio Augusto Benini delle Marche )

L'Evento è proseguito , infine, attraverso altra Tavola Rotonda  in cui si sono espressi per l'Universita della Basilicata il prof. Faustino Bisaccia, già Preside della Facoltà di Farmacia e di Biotecnologia che ha sottolineato quanta importanza possa avere per la Basilicata una attenzione sulla Ricerca capace di coinvolgere il Sistema Universitario Lucano, anche per evitare la “ fuga dei cervelli “; dell'ing. Emilio Augusto Benini Vice Presidente Vicario Nazionale FAND che, nel porgere il saluto del Presidente Naz.le FAND Prof. Albino Bottazzo, assente per motivi familiari, ha riassunto i risultati del recente incontro Fand con il Ministro della Salute il lucano On.le Roberto Speranza, a cui è stato consegnato il Manifesto “ Meno Ospedale Più Territorio”, ha stigmatizzato l'importanza dell'appropriatezza e dell'innovazione tecnologica in uno con l'importanza di una corretta e accessibile prescrivibilità dei farmaci di nuova generazione; il dr. Luigi Morgese Direttore della Divisione Diabete di Medtronic Italia e il dr. Antonio Foresta Responsabile Rapporti Istituzionali della Eli Lilly Italia  hanno rispettivamente rappresentato i livelli tecnologici e di cura fino ad oggi raggiunti e che fanno ben sperare per traguardi sempre più ambiziosi e di sicuro vantaggio per il benessere della Persona con diabete.

In estrema sintesi si può sicuramente concludere che l'evento è stato una occasione attraverso cui si è contribuito a far avanzare l'assunto : saper essere distinti ma non distanti, in uno con un sempre migliore mix fra scienza e coscienza.

Potenza , 15 dicembre 2019                                      dr. Antonio Papaleo

                                                                           Consigliere Nazionale FAND

                                                                      Presidente  ALAD FAND Basilicata

wp_8339982Nota Stampa : LA SANITA’ DEL FUTURO. LEGISLAZIONE E INNOVAZIONE NELLA CURA E GESTIONE DEL DIABETE
Leggi tutto

La Sanità del futuro. Matera

No comments

Si svolge a Matera l'importante convegno, che mette a confronto la legislazione verso la innovazione nella cura e gestione del diabete. Importanti sfide della Sanità del prossimo futuro. Tema affrontato e portato all'attenzione del Ministro On. Roberto Speranza nell'incontro che i vertici della FAND - Associazione Italiana Diabetici hanno avuto il 28 Novembre u.s.

 

wp_8339982La Sanità del futuro. Matera
Leggi tutto

Screening sulla retino-patia diabetica

No comments

ALAD/Fand – Associazione Lucana Assistenza Diabetici (ONLUS)

 Nota Stampa

Dopo una interruzione di alcuni mesi, determinata da un insieme di fattori frenanti, a partire da lunedi 2 dicembre p.v. si riprende l'interessante e molto apprezzato dalla popolazione diabetica screening sulla retinopatia diabetica , grazie alla disponibilità della Direzione ASP ( Azienda Sanitaria del Potentino ).secondo la seguente programmazione:

 Comune di Genzano di Lucania 2 e 3 dicembre  2019;

 Comune di Banzi 9 e 10 dicembre  2019;

 Comune di Palazzo San Gervasio 16 e 17 dicembre   2019;

 dalle ore 9,00 alle ore 13,30 nelle piazze antistanti gli Uffici sanitari del posto, d'intesa con le rispettive Civiche Amministrazioni, laddove stazionerà l'apposito Camper reso disponibile dall'ASP entro il quale l'ortottista preposta effettuerà la visita opportuna.

Una iniziativa , fortemente sollecitata dalle Associazioni di Volontariato impegnate sul versante della patologia diabetica ( ALAD FAND ) e degli ipovedenti ( ACIIL ) , tanto da aver sottoscritto un apposito protocollo di intesa proprio per evidenziare l'importanza della prevenzione, specie verso una delle principali e più pericolose complicanze sottese al diabete malcurato. .La principale causa  della retinopatia diabetica è rappresentata dalla presenza di un diabete mal controllato che, nel tempo, porta allo sviluppo di alterazioni dei piccoli vasi sanguigni, fino a creare veri e propri sfiancamenti ( detti microaneurismi) e la trasudazione della parte liquida del sangue in prossimità della regione maculare- il centro della retina - che a sua volta, può provocare la maculopatia diabetica ( edema maculare ), La retinopatia diabetica, in genere, si manifesta entro 5 - 10 anni dall'inizio della malattia e può compromettere in modo grave la funzione visiva.Da qui questo programma di prevenzione inteso a sottoporre a screening la maggior parte della popolazione diabetica lucana , facendo convergere i dati in un unico data base, inteso ad ottenere i dati di prevalenza della complicanza , ma anche a promuovere la cultura stessa  delle persone affette da diabete verso il pericolo sempre in agguato delle terribili complicanze , non solo onerose per i costi che sottendono, ma anche e principalmente per l'abbattimento della qualità di  vita cui vanno incontro quanti ne vengono colpiti.

La popolazione interessata è rappresentata da oltre 40 mila persone di età superiore ai 45 anni, che afferiscono in gran parte ai Centri Diabetologici, ma in parte, soprattutto per le  aree interne , fanno riferimento prevalentemente ai Medici di Medicina Generale per circa il 50% del totale, anche per questo si sollecita l'intervento dei Medici di Famiglia del posto a fare opera di sensibilizzazione ed a dirottare le Persone affette da diabete a sottoporsi al controllo.

Potenza 30 Novembre 2019                                            Il Presidente ALAD FAND Basilicata

                                                                                                         ( Dr. A Papaleo )

wp_8339982Screening sulla retino-patia diabetica
Leggi tutto